Prima Squadra

<?php echo $notizia['titolo_it']; ?>

Pollone e Rattalino: «Sentiamo la fiducia dell'ambiente»

Appuntamento in sala stampa questa mattina al Biella Forum. Nella settimana che dalla vittoria con Trapani sta portando i rossoblù all'impegno di Rieti, seconda trasferta dell'Eurotrend in campionato, davanti a telecamere e taccuini hanno parlato due dei protagonisti del roster di coach Carrea, Luca Pollone e Luca Rattalino. Di seguito tutte le dichiarazioni.  


LA FIDUCIA DI SQUADRA E STAFF

Rattalino: «Fa piacere ricevere fiducia. È un dovere nostro ricambiarla mettendo in campo il cento per cento delle nostre energie, impegnandoci al massimo per riuscire a dare un contributo alla squadra».


Pollone: «La fiducia va ripagata durante la partita ma anche in allenamento, dobbiamo sempre mostrarci pronti. E poi noi under non siamo più parte della famiglia del Settore Giovanile, nella nostra testa quindi dobbiamo ragionare come giocatori senior. Con l'aiuto del coach, del GM, di tutti cerchiamo di affrontare questa esperienza al meglio».


LA PROVA CON TRAPANI


Pollone: «Siamo stati di aiuto alla squadra ma non possiamo cancellare il nostro apporto a Cagliari, lì è stato inconsistente. Contro Trapani abbiamo avuto problemi all'inizio, abbiamo commesso qualche errore difensivo, abbiamo fatto le collaborazioni giuste perdendoci sugli ultimi due secondi dell'azione, con defaillance che hanno portato loro a realizzare canestri troppo facili. Sulla mia bomba a fine periodo sicuramente bisogna ringraziare i compagni che mi passano la palla nei momenti importanti. Eravamo sotto e Jazz ha avuto fiducia nel mio tiro; spero di ripagarla anche nelle prossime partite».


Rattalino: «Anche secondo me siamo riusciti a far bene contro Trapani, non ci siamo riusciti altrettanto a Cagliari. Proveremo tutte le volte a dare il nostro contributo, a dare energia, a mettere grinta in campo così da aiutare la squadra come nei momenti di difficoltà nell'ultima partita».


IL RECUPERO DI WHEATLE


Pollone: «Da un punto di vista emotivo siamo contenti che presto ritornerà. Carl ha avuto un po' la delusione di non poter giocare l'Europeo e quindi sicuramente avrà tantissima voglia di trovare una specie di rivincita sull'infortunio. Sull'aspetto tattico sarà il coach a decidere. Sarà molto utile anche perché allungherà le rotazioni soprattutto sugli esterni e magari – ipotizzo – giocando da quattro potremmo avere molto più aggressiva. Potremmo essere ancora più difensivi».


Rattalino: «Non c'è dubbio sul fatto che Carl abbia questo desiderio di riscatto dopo l'infortunio. Non c'è dubbio poi su quanto si stia impegnando per riuscire a tornare il prima possibile, così su quanto tutti noi stiamo aspettando il suo rientro. Siamo contenti, a breve si tornerà ad allenare. Un esterno con la sua fisicità può aprire varie opzioni di gioco che per il momento sono precluse».


GLI OBIETTIVI DELLA STAGIONE


Pollone: «Voglio cercare di essere il più costante possibile e migliorare anche dentro la stessa partita. Voglio evitare i momenti di calo principalmente in difesa. L'obiettivo di squadra invece è pensare partita per partita, adesso pensiamo a Rieti, cerchiamo domenica di portare a casa i due punti e poi la prossima settimana si penserà a Legnano, e quella dopo penseremo a Eurobasket e così via. L'obiettivo di squadra è, due punti, la domenica».


Rattalino: «Sull'obiettivo di squadra concordo con Luca. Il mio obiettivo personale è riuscire a essere costante e a dare sempre un contributo partita dopo partita. Lavoro per migliorarmi e avere più minuti in campo. So che se faccio bene ho più chance di giocare».