<?php echo $notizia['titolo_it']; ?>

Trasferta amara per i rossoblù: Reggio Calabria si impone 83-73

Come un anno fa, le fatiche della Coppa Italia frenano Biella alla ripresa del campionato. I rossoblù escono sconfitti 83-73 dalla tana della Viola Reggio Calabria dopo aver inseguito gli avversari per tutti i quaranta minuti. La scossa di inizio secondo tempo (-3 accarezzato da Ferguson e compagni), lampo positivo di un match da archiviare in fretta, non ha sortito nei possessi a seguire gli effetti sperati. Biella rientra in Piemonte per concentrarsi sul prossimo importantissimo match di regular season, con vista Playoff: domenica all'HYPE Forum (ore 18.00) arriva la formazione della Givova Scafati.


Primo quarto. Coach Calvani schiera alla palla a due Pacher, Caroti, Fabi, Baldassarre e Roberts; quintetto tradizionale per Michele Carrea: Ferguson, Chiarastella, Bowers, Uglietti e Tessitori. La Viola raccoglie subito punti dal pitturato con Baldassarre e Fabi, i rossoblù infilano dalla lunga con Tessitori e rincorrono 6-3: time out per coach Carrea. Sul 10 pari firmato Bowers, l'Eurotrend entra nel tunnel: con un break di 16-2 (e tre triple consecutive di Roberts e Fabi) la formazione di casa scappa avanti 26-12. Negli ultimi minuti Biella realizza con Wheatle e Ferguson: 30-16 ai titoli di coda dei primi dieci minuti.


Secondo quarto. Dopo aver incassato altri punti da Benvenuti e Rossato, Biella fa prove di rimonta: Uglietti, Wheatle, Sgobba e Tessitori e i biellesi tornano sotto, 34-25. Time out al PalaCalafiore. A cronometro di nuovo attivo, l'Eurotrend riprende il ritmo di inizio quarto: Bowers firma con una tripla il -7, 39-32, e apre a un nuovo minuto di sospensione. Con una parabola di Fabi, i neroarancio si tengono a distanza di sicurezza; Biella rosicchia punti con Uglietti e Wheatle ma i calabresi si ripetono poco dopo con Roberts. Superato un nuovo timeout, Uglietti in contropiede tocca il nuovo -7. Squadre a riposo sul 50-42.


Terzo quarto. In un amen l'Eurotrend Biella si porta a un solo possesso di svantaggio con Amedeo Tessitori (schiacciata e tripla), 50-47. Con la stessa rapidità però la Metextra torna a macinare punti e ad allungare: Roberts e Baldassarre firmano il +10, 57-47, e smorzano le speranze piemontesi. A Ferguson risponde Pacher con un 2 su 2 dalla linea della carità. Il numero 2 di coach Calvani è il trascinatore dei suoi nella frazione, dalla parte opposta del parquet invece è Giorgio Sgobba a mandare a referto più canestri: 68-56 alla mezzora.


Ultimo quarto. Nei primi tre minuti del periodo i rossoblù si avvicinano con Tessitori, Bowers e Ferguson (72-63) e obbligano la panchina di casa a prenotare il minuto. Con Pacher, Fabi e Caroti (nuova tripla) Reggio Calabria non molla un colpo; Biella incassa e racimola punti con Tessitori, ma alla ripresa, dopo un nuovo timeout, perde il suo capitano per espulsione (al tecnico rimediato a inizio secondo tempo va a sommarsi un fallo antisportivo). I giri conclusivi del match sono tutti favorevoli alla Viola, che vola a quota 83 con Patrick Baldassarre. Il sipario poco dopo: Uglietti in penetrazione timbra il definitivo punteggio finale, 83-73.


Metextra Reggio Calabria-Eurotrend Biella 83-73

Parziali: 30-16, 50-42, 68-56.

Metextra Reggio Calabria: Pacher 18, Taflaj, Caroti 3, Fabi 14, Baldassarre 16, Rossato 4, Carnovali, Agbogan 2, Benvenuti 4, Roberts 22. All.: Calvani.

Eurotrend Biella: Ferguson 12, Chiarastella 2, Bowers 9, Uglietti 11, Ambrosetti n.e., Pollone L., Pollone M. n.e., Wheatle 9, Rattalino, Tessitori 20, Sgobba 10. All.: Carrea.

Arbitri: Beneduce, Bonfante, Chersicla.