<?php echo $notizia['titolo_it']; ?>

Carrea: «Abbiamo dimostrato di poter competere»

Così Michele Carrea ha commentato in sala stampa la prestazione dei rossoblù contro la NPC Rieti: «Sapevamo che l'approccio emotivo a una prima di campionato era difficile e in trasferta lo era ancora di più. I primi due quarti di tentennamento e un po' di insicurezza sono figli di questo approccio, al quale si deve aggiungere la novità del roster profondamente rinnovato e la gioventù della panchina che sicuramente nella prima fase del gioco non ha tenuto il livello. Questo fa però parte del nostro percorso ed era previsto. In spogliatoio ci siamo detti che la nostra identità di gioco c'è stata, in attacco siamo andati nei posti giusti quando non eravamo condizionati dai falli degli americani. Nel terzo e ultimo quarto abbiamo continuato a giocare la stessa pallacanestro con maggior convinzione ed energia, prendendo consistenza a rimbalzo sulle palle cinquanta e cinquanta e alzando le percentuali che non potevano rimanere così basse per tutta la partita. Tutto questo ha fatto la differenza insieme alla grandissima motivazione dei ragazzi di dimostrare di essere pronti per competere. L'analisi tattica di una partita alla prima di campionato è abbastanza semplice: abbiamo provato a mettere un po' di zona per proteggere i falli e per cambiare le letture che nei primi due quarti stavano diventando troppo facili soprattutto per Frazier. La squadra ha disputato una partita solida e consistente sulla scia della preseason. I cinquantasette punti subiti sono la fotografia della mission verso l'identità che dobbiamo cercare dentro il nostro percorso».