<?php echo $notizia['titolo_it']; ?>

I numeri del primo mese di campionato

Il primo mese di campionato è stato consegnato agli archivi e per Edilnol Pallacanestro Biella il ruolino di marcia è positivo. I rossoblù di coach Paolo Galbiati hanno vinto 4 dei 6 incontri disputati, un dato che porta Saccaggi e compagni a occupare le posizioni di vertice della classifica. Ma andiamo ad analizzare i numeri di questi primi trenta giorni di stagione regolare: 

CAPACITA' DI REAZIONE

Un dato non scontato considerando la giovanissima età media della squadra di coach Galbiati. L'Edilnol ha subito parziali anche pesanti, ma è riuscita sempre a reagire ribaltando lo svantaggio o chiudendo in scia. Basti pensare che le uniche due sconfitte sono arrivate con un divario al di sotto dei 10 punti. 

VANTAGGIO A RIMBALZO

Una delle chiavi di questo avvio di stagione positivo dell'Edilnol è da ricercare nella lotta a rimbalzo. I rossoblù hanno sempre catturato almeno 30 rimbalzi, con un massimo di 43 nel match vinto al supplementare contro Latina. A guidare questa speciale classifica Daniel Donzelli con 46 rimbalzi totali (7,6 a match).

BIELLA FORUM FORTINO

L'avvio di stagione sta dimostrando che il Biella Forum continua a essere un parquet difficile da espugnare. Compagini del calibro di Agrigento, Latina e Tortona si sono arrese nel rovente catino del Forum, cornice resa incandescente dallo straordinario pubblico che appoggia i rossoblù dal primo all'ultimo minuto. 

USA-DIPENDENTI? NO, GRAZIE! 

Nel campionato di A2 capita spesso di avere due americani che si assumano buona parte delle responsabilità offensive, ma il duo USA Polite-Omogbo non rientra necessariamente in questa categoria. Entrambi sono pedine fondamentali nello scacchiere tattico disegnato da coach Galbiati e dal suo staff, ma sono supportati da italiani di talento che possono prendersi i tiri decisivi senza subire la pressione. Un vantaggio non secondario per l'Edilnol. 

I GIOVANI RISPONDONO PRESENTE

Alcuni erano assolute scommesse, altri erano chiamati al salto di qualità. Il primo mese di stagione ha dimostrato che le scelte attuate in estate dal general manager Nicola Minessi e dallo staff tecnico sono state tutte indovinate. Un roster giovane e profondo che è destinato a crescere nel corso della stagione. E stiamo ancora aspettando Lodovico Deangeli...