<?php echo $notizia['titolo_it']; ?>

Galbiati: "A Napoli una trasferta tosta su un campo difficile"

Coach Paolo Galbiati ha parlato questa mattina durante la conferenza stampa settimanale. Queste le sue parole: "Donzelli si è ripreso, abbiamo avuto un paio di acciacchi da gestire con Omogbo e Deangeli che sono stati fermi ieri per delle botte prese in partita sabato, ma saranno recuperati per domenica. Abbiamo ripreso la settimana tipo, dopo il mese con i due turni infrasettimanali dove abbiamo lavorato un po' meno fisicamente e un po' di più tatticamente. Napoli ha cambiato completamente la squadra rispetto a quella che abbiamo incontrato nel girone d'andata. Già buona nel roster iniziale costruito ad agosto, ha aggiunto Iannuzzi che per la categoria è un lusso, Mastellari che l'anno scorso ha fatto una stagione incredibile ed è un ottimo tiratore, Erkmaa che è un buon giocatore che da fiato a Monaldi e questa settimana hanno aggiunto Janelidze: quattro giocatori che cambiano completamente il volto della squadra. Siamo un po' sfortunati perchè affrontiamo squadre che hanno cambiato o cambieranno qualcosa: Scafati probabilmente la prossima settimana aggiungerà un americano, Capo d'Orlando ha aggiunto un nuovo giocatore, forse alcune squadre sarebbe stato meglio affrontarle prima, ma è il bello del gioco. Napoli, vedendo le ultime partite, è un campo difficile, caldo, stanno vincendo e c'è ancora più calore attorno alla squadra. La dirigenza mi sembra voglia fare cose importante per una città meravigliosa come Napoli che sarebbe bello fosse il più in alto possibile.

Spesso ci dimentichiamo da dove siamo partiti e ciò che eravamo ad agosto, ripensando alla gara di Supercoppa, alle amichevoli e a tutta la strada e la fatica che si è fatta fino ad oggi, sono felice. Ogni tanto ci dimentichiamo di queste cose e andiamo a casa arrabbiati, il nostro obiettivo è quello di terminare l'anno essendo migliorati senza avere rimpianti. Guardando il futuro, che non è semplice, avremo una trasferta tosta a Napoli che insieme a Trapani è al momento la squadra più in forma del campionato, giocheremo in casa con Scafati che è una squadra molto brava a reagire e a mettere la pressione giusta, andremo a Capo d'Orlando che è in piena lotta salvezza e poi inizierà la fase ad orologio. L'obiettivo è fare più punti possibili adesso, nella speranza che quelle dietro perdano più punti possibili, ed interpretare la fase ad orologio nel modo migliore possibile. Andiamo avanti nella crescita dei ragazzi, soprattutto a livello mentale: in tutti i campi in cui andremo a giocare, le squadre vorranno aggredire. L’obiettivo è proprio quello di portare i ragazzi ad un livello mentale superiore ed aumentare la durata mentale dell’allenamento, della settimana e della partita, non è semplice, ma ci proviamo".