<?php echo $notizia['titolo_it']; ?>

La sala stampa di GeVi Napoli-Edilnol Biella

Coach Paolo Galbiati ha parlato in sala stampa dopo la gara di ieri sera contro Gevi Napoli, terminata 74-60 per i padroni di casa. Queste le sue parole: "Non abbiamo pareggiato la loro energia, abbiamo fatto fatica a comprendere delle situazioni, ma quando abbiamo mosso la palla si è visto e abbiamo fatto cose molto interessanti. Aldilà del primo tempo di Monaldi che è stato strepitoso, quando siamo rientrati 31-25 e avevamo tutta l'inerzia abbiamo fatto due scelte di tiro sbagliate, Napoli ci ha punito e non siamo stati in grado di reagire. Sul meno 8 a cinque minuti e mezzo dalla fine della partita, una palla persa sanguinosa ha riaperto il parziale. Napoli è stata brava a far valere la sua fisicità, ad attaccare i nostri lunghi che sono più piccoli e più leggeri, e Monaldi ha tirato fuori una partita incredibile. Napoli è stata brava a chiudere l'area all'inizio, a mettere fisicità e a capire ciò che il metro arbitrale concedeva e ciò che non concedeva. Ci eravamo detti di muovere palla ed attaccare il ferro, ma i nostri primi tre tiri sono stati da tre punti: continuiamo a dirci che siamo giovani, ma siamo a fine stagione ed è il momento di essere più maturi. E' pur vero che Napoli blindava l'area e abbiamo preso anche buoni tiri, ma 6/26 da tre punti è troppo poco. Abbiamo tirato solo 11 tiri liberi e noi siamo una squadra che attacca e quando lo fa per davvero ne tira il triplo: questi sono due dati chiave. Penso alla mia squadra e c'è tanta strada da fare se vogliamo toglierci soddisfazioni. Saccaggi ha fatto una partita incredibile, mi dispiace perchè anche lui ha tirato solo quattro tiri liberi e ha preso una quantità di botte in campo incredibile, può essere il metro arbitrale, ma un giocatore così forte ogni tanto avrebbe diritto a qualche fischio in più. Brava Napoli ad interpretare la partita e a blindare l'area, noi un po' meno".

Foto: Laura Malvarosa/Pallacanestro Biella