<?php echo $notizia['titolo_it']; ?>

Aspetti positivi e lati su cui lavorare: il riassunto di Urania MIlano-Edilnol Biella

Prima uscita stagionale per Edilnol Pallacanestro Biella che affronta in trasferta l’Urania Milano, avversario che i rossoblù troveranno anche in campionato.

Il primo quintetto stagionale scelto da coach Squarcina è composto da Laganà, Miaschi, Pollone, Hawkins (per lui, che ha iniziato a lavorare con la squadra giovedì, solamente due minuti di utilizzo) e Wojciechowski. Sono proprio di Kuba i primi due punti della stagione, con l’Edilnol che parte con le marce alte portandosi sul 4-8 (con una schiacciata in campo aperto di Hawkins ad “alzare il volume”), ma l’Urania risponde con un netto parziale di 13-0 guidata dai canestri del duo Raivio-Langston. La prima frazione viene vinta da Milano per 19-11.

L’Edilnol torna in campo con uno starting five formato da Laganà, Bertetti,  Lugic, Vincini e Wojciechowski. Una bella palla rubata con appoggio al ferro di Bertetti dà il via alla seconda mini-partita, mentre sale in cattedra Kuba Wojciechowski che prima appoggia al tabellone e poi realizza dalla lunga distanza (8-3 Edilnol al 3’), costringendo coach Villa a chiamare timeout. L’attacco meneghino trova ossigeno grazie all’ex di turno Tommaso Raspino, ma Biella allunga con Wojciechowski e Laganà (12-5). L’Urania si riavvicina con due tiri pesanti e coach Squarcina ferma il match. Una tripla dalla punta di Simone Barbante regala 4 punti di vantaggio all’Edilnol ma Milano non molla e resta a contatto (17-15 all’8’). Niccolò Moretti e Federico Miaschi firmano i canestri dell’allungo rossoblù che vincono la frazione con il punteggio di 24-19. 

La terza mini partita vede Biella ripartire con Laganà, Moretti, Miaschi, Lugic e Wojciechowski. Dopo un minuto senza punti da ambo le parti è Benevelli ad aprire il fuoco dalla lunga distanza, ma l’Edilnol risponde con Miaschi e Lugic, con il serbo che realizza dall'arco (5-5). Un po’ di frenesia sporca le percentuali biellesi, con Milano che resta avanti 13-7. Lugic a rimbalzo e un gioco a due Bertetti-Barbante (con libero aggiuntivo del numero 10) riportano Biella a -1. L’Urania mantiene il controllo e allunga dalla linea della carità. La terza mini partita vede l’Urania uscire vincitrice per 20-17. 

Ultima frazione che inizia con Bertetti, Berdini, Miaschi, Vincini e Barbante sul parquet. Bertetti da tre punti risponde al primo tentativo di allungo dell’Urania (6-3). Sul 10-5 realizzato da Pesenato coach Iacopo Squarcina chiama timeout. La stanchezza inizia a farsi sentire, con l’Edilnol che va in rottura prolungata, consentendo alla squadra di casa di allungare sul 15-5 con una tripla di Bossi. Proprio Bossi e Montano chiudono di fatto la frazione con i canestri decisivi. L’ultimo periodo termina 22-15 per Milano. 

Un primo test dove si sono viste cose positive e aspetti da migliorare nel cammino che porterà Edilnol Pallacanestro Biella al primo impegno ufficiale della stagione, in programma al Biella Forum domenica 11 ottobre alle 18.00 contro la JB Monferrato. 

Urania Milano-Edilnol Pallacanestro Biella 19-11, 19-24, 20-17, 22-15

Edilnol Pallacanestro Biella: Laganà 16, Miaschi 13, Pollone 4, Hawkins 2, Wojciechowski 7, Barbante 9, Lugic 5, Bertetti 5, Moretti 3, Vincini 2, Berdini 1, Aimone ne. All.: Iacopo Squarcina, assistenti Andrea Niccolai e Alessandro Pogliaghi