<?php echo $notizia['titolo_it']; ?>

Conferenza stampa del Club Manager Marco Atripaldi

Il Club Manager di Edilnol Pallacanestro Biella Marco Atripaldi ha parlato in conferenza stampa. Tanti i temi toccati, ecco le sue parole: “Ieri sono stati presentati gli ultimi documenti per presentare la domanda di iscrizione al prossimo campionato di A2. Due mesi fa la situazione era molto complessa, anche io avevo molti dubbi sul proseguo dell’attività, ma alla fine ce l’abbiamo fatta.

In due anni il budget si è ridotto del 50%, il 35% in meno della scorsa stagione, per cui quando si parla di budget di sopravvivenza questo è il termine corretto. Abbiamo raggiunto il risultato”.

Atripaldi ha poi aggiunto: “Voglio fare una precisazione sulla partenza di Paolo Galbiati e la successiva promozione di Iacopo Squarcina. L’emergenza coronavirus ha stroncato una stagione esaltante, e questo Paolo l’ha sofferto molto. Si sentiva poco considerato, ma questo non era vero. È inevitabile che per proseguire l’attività riducendo il budget abbiamo dovuto ridiscutere dei contratti, ma non ci sono mai state frizioni con Paolo su questo tema. Se Cremona avesse deciso un mese fa di proseguire, Paolo sarebbe già andato via. Fino alla sera precedente al suo addio abbiamo parlato con lui di giocatori, ha lavorato per noi fino all’ultimo giorno e devo dare atto che alcuni ragazzi hanno scelto Biella anche per la sua presenza. Consideravo Paolo un grande allenatore e un amico, continuo a pensarla in questo modo anche dopo questa sua scelta, assolutamente legittima. Abbiamo scelto Iacopo perché ha partecipato alla costruzione della squadra, ma anche perché in tempi non sospetti esisteva già un’idea futura di progetto tecnico che vedeva Squarcina capo allenatore. Abbiamo anticipato di un anno un qualcosa che avremmo fatto la prossima stagione. L’ho visto lavorare l’anno scorso, devo ringraziare Paolo perché gli ha dato moltissimo spazio anche in allenamento. Quando l’ho chiamato per comunicargli che sarebbe stato lui il nuovo head coach ho sentito la sua carica e la sua intenzione di fare bene. Non abbiamo mai cercato nessun altro allenatore, sono sicuro che Iacopo sia la persona giusta. Il terzo allenatore sarà Alessandro Pogliaghi, che nella scorsa stagione ha lavorato con coach Ettore Messina a Milano, preparandogli i video sulle situazioni tattiche. È stato giocatore di Paolo e suo assistente nelle giovanili, a 24 anni vuole provare una nuova esperienza e ha scelto Biella. Per il primo assistente stiamo lavorando, tra qualche giorno sapremo. Domani, al 99%, annunceremo il secondo americano, mentre siamo ai dettagli con il classe 2003 Luca Vincini, manca ancora la firma con Cus Torino, ma tra gentiluomini non ci saranno problemi”.

Chiusura dedicata alle giovanili: “Abbiamo costituito una società giovanile che si chiama Biella Next che vedrà il Dottor Castelli come presidente e Luigi Talamanca. L’obiettivo è quello di rilanciare il nostro settore giovanile, aumentando il numero di iscritti e la qualità dei giocatori che ne fanno parte. Bisogna ricominciare a lavorare in maniera importante anche da questo punto di vista”. 

Foto: Laura Malvarosa (Pallacanestro Biella)