#10

Centro Luca Infante

Luca Infante
#10

Luca Infante

Altezza
204 cm
Nazionalità
Italia
Data di nascita
05/06/1982
Ruolo
Centro
Luca Infante

Informazioni

Nato a Nocera Inferiore il 5 giugno 1982. Cresciuto nelle giovanili della Folgore Nocera e della Pallacanestro Salerno, con la quale debutta nel 1998, nel 2001 firma il primo contratto professionistico con la Pallacanestro Reggiana, trasferendosi negli anni seguenti a Latina, Cento e Soresina, per poi ritornare alla società emiliana nella stagione 2005/2006, dove prende parte al massimo campionato italiano. Una stagione positiva, nella quale confeziona 28 presenze e partecipa anche alla competizione europea ULEB Cup.

A febbraio 2007 approda a Ferrara, ma l’anno successivo è ancora tra i protagonisti a Reggio Emilia, dove è impegnato fino alla primavera del 2009. Nell’estate dello stesso anno rescinde il contratto con Reggio Emilia e firma per la New Basket Brindisi. Alla fine del torneo 2010 conquista la sua prima promozione nella massima serie con la maglia dei pugliesi, nelle vesti di capitano trascinatore. L’anno seguente è di nuovo protagonista in terra brindisina nella sfortunata stagione culminata con la retrocessione avvenuta nello scontro diretto proprio contro i rossoblu al Biella Forum, partita in cui fu tra gli ultimi a mollare mettendo a referto 10 punti e 9 rimbalzi. Si trasferisce quindi a Piacenza, dove mette a referto oltre 7 punti a partita e quasi 4 rimbalzi, per poi disputare l’ultima stagione a Veroli, dove mantiene le stesse cifre della stagione precedente. Appassionato di internet e di cucina, Infante vanta diverse convocazioni nella nazionale italiana, con la quale ha disputato alcune partite, ed è orgoglioso Testimonial ADMO (Associazione Donatori Midollo Osseo).

Queste le prime parole di Luca Infante in maglia Angelico Biella: “Sono contento di essere approdato a Biella, una società che per storia, competenza nella pallacanestro e calore del pubblico ha pochi rivali in Italia. Una spinta in più mi è stata data anche da Coach Corbani, che mi ha allenato a Piacenza e che ringrazio pubblicamente per avermi voluto. Il progetto che la società mi ha presentato mi stimola molto e mi spinge a rimettermi in discussione anche a 31 anni. Amo affrontare le sfide, anche quelle più difficili, con grande entusiasmo e non vedo l’ora di cominciare e far bene con i colori rossoblu”.