<?php echo $notizia['titolo_it']; ?>

Edilnol da sballo! Sconfitta la Tezenis Verona 85-80

Bella e preziosissima vittoria di Edilnol Pallacanestro Biella che sconfigge per la seconda volta in questo campionato la Tezenis Verona, squadra di esperienza e qualità “rinforzata” per l’occasione dall’arrivo sulla panchina di coach Alessandro Ramagli, un tecnico che qui da noi non ha certo bisogno di presentazioni. Coach Squarcina recupera Hawkins ma deve fare a meno del “positivo” Pollone, e può contare sul nuovo arrivato D’Almeida. Partita difficilissima, con Verona che chiude in avanti i primi tre quarti, arrivando ad un vantaggio anche di 14 punti quasi alla fine del terzo. La reazione Edilnol è però affidata ai preziosi mattoni che tutti portano alla causa, Verona lotta e torna avanti ma viene travolta dalla precisione (in attacco) e dall’energia (in difesa) dell’Edilnol, fino al meritatissimo 85-80 finale.


PRIMO QUARTO - Laganà, Miaschi, Carroll Hawkins e Barbante per l’Edilnol Pallacanestro Biella, Greene, Rosselli, Jones, Severini e Candussi gli uomini scelti da coach Ramagli. Il primo canestro è di Green che ruba palla a Laganà, poi è lo stesso capitano ad impattare ed a servire ad Hawkins l’assist per la tripla del sorpasso. Poi Candussi ed ancora Laganà, ma la tripla di Greene pareggia a quota 7. Segue un periodo di equilibrio rotto però da un parziale ospite di 5-0 a firma dei due americani che mandano Verona sull’11-16. Laganà e Miaschi provano a far restare l’Edilnol a contatto, ma il finale della frazione premia ancora la Tezenis che chiude con due liberi di Pini sul 15-23.


SECONDO QUARTO - Linea giovane per Squarcina che conferma D’Almeida assieme a Bertetti, Berdini e Vincini assieme a Miaschi. Proprio Bertetti apre un parziale Edilnol di 7-2 completato dal subentrato Carroll (tripla) e Miaschi. Time-out di Ramagli sul 22-25, dopo il quale è la Tezenis a recuperare il vantaggio con un break di 5-0. Time-out anche per Squarcina che rimanda in campo Laganà ed Hawkins, trovando il canestro proprio con il capitano. Sul possesso successivo arriva purtroppo il terzo fallo di Barbante con i liberi di Pini, ma Biella reagisce comunque con Carroll e la tripla di Laganà (29-32). Verona prova ancora a scappare con Pini (1 su 2) e Jones ma Hawkins annulla con una tripla, poi di nuovo Pini e Jones si scambiano i ruoli ma trovano la pronta risposta di Hawkins e Carroll che riportano l’Edilnol al 36-38. Mancano 150 secondi alla sirena, Ramagli chiama time-out e viene premiato dalle triple di Jones e Rosselli, intervallate da due punti di Laganà. Ultimi 16 secondi per i rossoblu con gli avversari a bonus non ancora esaurito, fallo di Rosselli a 4”, non va la tripla di Laganà e si chiude sul 38-44.


TERZO QUARTO - Il quintetto iniziale cui è tornato Squarcina si riporta sul - 4 con una tripla di Miaschi, cui risponde subito Rosselli. Barbante e Laganà dalla lunetta, l’Edilnol è ad un solo possesso di distacco ma viene ricacciata indietro in un attimo dalla triple ravvicinate di Rosselli e Severini (45-54). Time-out rossoblu, Hawkins e Laganà accorciano di nuovo ma puntuale arriva la tripla Tezenis, stavolta ad opera di Tomassini. Primi due punti biellesi per D’Almeida, dalla lunetta, ma Verona continua a centrare il bersaglio grosso (di nuovo Severini) e ad essere più efficace in attacco sfruttando tutti gli errori dei rossoblù. Si arriva così al massimo vantaggio ospite sul 55-69, ma una reazione d’orgoglio dell’Edilnol guidata dai “piccoli” Berdini e Bertetti permette un parziale recupero di 6 punti, fino al 61-69.


ULTIMO QUARTO - L’Edilnol ha seri problemi di falli, ma parte ugualmente all’assalto. Carroll mette la tripla (senza l’aggiuntivo cui avrebbe avuto diritto), Ramagli chiama subito time-out sul +5 ma rimessa rossoblu. Rosselli recupera palla e manda a canestro Pini, Berdini risponde con un’altra tripla per il 67-71, Pini fa uno su due e Barbante segna dalla punta, stavolta non va la tripla di Severini ma la “quasi tripla” di un Berdini on-fire invece sì e l’Edilnol arriva ad un solo punto di distacco. D’Almeida recupera un prezioso pallone a rimbalzo d’attacco che consente a Carroll di piazzare la tripla del sorpasso sul 74-72. Tocca all’esperienza di Rosselli mandare a canestro Greene, poi la Tezenis torna avanti con Candussi. Hawkins lima un solo punto, Greene si trova in mano il pallone del nuovo +3 che però Barbante annulla con una tripla. Due minuti alla fine, non va la tripla di Laganà, al contrario del sottomano di Greene (78-80). Nel possesso successivo Hawkins centra la tripla del nuovo sorpasso sulla sirena e c’è il time-out di Ramagli a 61 secondi dal termine. La parola passa alla difesa che recupera palla mandando Carroll a depositare a canestro il +3, poi Severini viene stoppato ad un centimetro dal canestro e la palla recuperata nuovamente dopo la rimessa in attacco della Tezenis. Fallo su Laganà che non sbaglia dalla lunetta, poi un nuovo recupero sull’ultimo disperato tentativo ospite e Biella può chiudere palla in mano a braccia alzate: 85-80.


Edilnol Pallacanestro Biella-Tezenis Verona 85-80


Parziali: 15-23, 38-44, 61-69


Edilnol Pallacanestro Biella: Berdini 8, Moretti ne., Loro ne., D’Almeida 2, Bertetti 4, Laganà 19, Barbante 7, Miaschi 9, Vincini, Hawkins 16, Carroll 20. All. Squarcina.


Tezenis Verona: Greene 18, Colussa ne., Guglielmi 2, Calvi ne., Tomassini 4, Candussi 9, Jones 6, Rosselli 9, Pini 15, Severini 11, Janelidze 6. All. Ramagli.


Terna Arbitrale: Catani, Maschietto, Morassutti.


Foto: Laura Malvarosa (Pallacanestro Biella)