Prima Squadra

<?php echo $notizia['titolo_it']; ?>

Chiarastella: «Stiamo crescendo, il gruppo è unito»

Al termine di Eurotrend Biella-Remer Blu Basket Treviglio 85-67, Albano Chiarastella ha fatto esordio in sala conferenze nel primo confronto post partita della stagione con i giornalisti. A lui il compito di analizzare la prestazione della squadra nell'ultimo test della preseason.


«Vincere porta a vincere come perdere porta a perdere, tutte le partite sono importantissime. Arriviamo da un percorso un po' lento, ma abbiamo superato i momenti di black out dove la squadra smetteva di giocare. Sappiamo benissimo che in questa categoria se abbiamo momenti in cui la squadra non gioca è molto difficile recuperare. Oggi abbiamo fatto un passo fondamentale: per quasi quaranta minuti abbiamo tenuto il livello altissimo e non abbiamo quasi mai smesso di giocare. E poi senza Jazz abbiamo trovato grande movimento di palla. Ferguson è per noi un giocatore importante, con il suo talento è fondamentale. Siamo stati bravi a costruire tanti tiri aperti, soprattutto nel primo tempo. L'altissima percentuale nel tiro da tre nasce dall'aver creato buonissimi tiri, costruiti molto bene. Sono abbastanza contento della prestazione della squadra».


Come ti sei ambientato nel nuovo spogliatoio? Come gruppo avete già legato molto bene... E tu come stai?

«Questo è un gruppo molto buono e non lo dico tanto per dire. Abbiamo trovato subito affiatamento, esclusi Tim e il sottoscritto siamo una squadra molto giovane. Fortunatamente fin dall'inizio siamo andati tutti d'accordo. Di solito quando inizia una nuova stagione tutto va molto bene, ma è durante il campionato, quando magari arrivano i momenti un po' più difficili, che si vede se il gruppo è davvero coeso e forte. È importante partire in questo modo. Personalmente in questo momento mi sento molto meglio, fisiologicamente sono uno che parte lento, ho bisogno di più tempo ma per me non è mai stato un problema. Ho parlato con il coach, lui sa benissimo quello che posso dare, e poi con il preparatore stiamo facendo un buonissimo lavoro. Oggi la squadra fisicamente ha dato tantissimo, ha speso un sacco di energie. Bisogna continuare a lavorare in questo modo. Lo stiamo facendo molto molto bene, la strada per poter far bene è questa. Sono molto fiducioso».


Cambiate spesso il ruolo del play e andate a segno con un buona precisione... Stasera siete andati in doppia cifra in cinque. È un ottimo segnale.

«Lo è. Quando manca un giocatore importante la squadra deve saper giocare di più insieme e stasera lo abbiamo fatto. Jazz ha un grandissimo talento, è la nostra opzione in attacco più importante, per far bene in attacco dovevamo passarci molto bene la palla e cercare di costruirci buoni tiri. Avere molta più pazienza. Con il suo rientro lavoreremo per riuscire a fare la stessa cosa. Cercheremo di proseguire su questa strada, ricordandoci che per poter far bene dobbiamo continuare a difendere altrettanto bene. Con Treviglio abbiamo subito 67 punti e questa deve essere la strada da seguire per poter vincere tante partite».