<?php echo $notizia['titolo_it']; ?>

Biella-Casale, le reazioni del post partita

Di seguito le analisi dei due allenatori, Carrea e Ferrari, e di Lorenzo Saccaggi al termine del derby vinto dai rossoblù 66-65. 

Coach Mattia Ferrari ha dichiarato: "Avevo chiesto alla squadra di essere pronta a giocare una partita molto dura dal punto di vista fisico e l’abbiamo fatto. Il nostro primo tempo è stato di alto livello, poi Biella è rientrata. Una gara decisa dagli episodi e da un Antonutti straordinario. Usciamo da questa partita delusi, ma con l’idea che siamo competitivi e possiamo giocarcela alla pari con tutti. L’assenza di Martinoni comincia a pesare, però siamo pronti a giocare un playoff eccellente". 

Coach Michele Carrea non nasconde la sua soddisfazione nell'aver portato a casa il derby: “Partita difficile, un derby dove Casale aveva una motivazione alta avendo la possibilità di giocarsi il fattore campo. Nei primi due quarti abbiamo subito a rimbalzo in maniera eccessiva e questo ci ha fatto perdere ritmo. Questa gara meritava le motivazioni giuste perché sapevamo quanto la città ci tenga. Nel secondo tempo siamo andati decisamente a rimbalzo e i risultati si sono visti. Sono contento del calore che ha ricevuto la squadra dal pubblico, un premio al loro lavoro di tutta la stagione. Adesso dobbiamo dimostrare a noi stessi di non essere sazi e non c’è modo migliore che vincere una gara di questo tipo. Vogliamo far proseguire la stagione il più a lungo possibile. Sono entusiasta del percorso che ha compiuto Antonutti, ma spero che abbiate visto come Chiarastella abbia coperto il deficit difensivo che un giocatore delle caratteristiche di Michele comporta. Albano ha giocato una partita difensiva incredibile, una prova che mi ha stupito. Personalmente dedico questo playoff a Obi che ci ha dato una grossa mano nella prima parte della stagione salvo essere utilizzato meno nella seconda parte non per demeriti. Si è sempre allenato con la faccia giusta e spero che possa vivere al meglio questo playoff e conquistarsi un posto di prestigio in questa categoria”. 

Il playmaker biellese Lorenzo Saccaggi è stato tra i migliori in campo: “Abbiamo approcciato alla gara con serietà e determinazione questo derby, una gara fondamentale per il nostro pubblico. Nel secondo tempo le nostre percentuali sono state decisamente migliori rispetto alla prima frazione e nel finale i nervi hanno fatto la differenza. Il pubblico si è fatto sentire ed è stato certamente il sesto uomo. Come squadra ci auguriamo che si possa avere questo coinvolgimento anche in Gara-3: nemmeno il pubblico di Biella sa quanto sia importante per noi. Negli ultimi minuti non si sentivano nemmeno i fischi, un’atmosfera incredibile. Non ho mai giocato un playoff, ora come squadra vogliamo continuare la stagione il più a lungo possibile pur sapendo che Udine è, alla pari delle prime quattro squadre dell’Est, una squadra costruita in estate per vincere il campionato”.